30 agosto 2012





Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia
Premio collaterale

“Green Carpet” alla Mostra del Cinema di Venezia:
al debutto il premio collaterale per l'ambiente ai film in concorso
Ermanno Olmi presidente della giuria


Green Cross Italia e il Comune di Venezia annunciano l’istituzione del Green Drop Award, il nuovo premio collaterale della 69. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.
Presidente della Giuria del Green Drop Award sarà il regista Ermanno Olmi, già Leone d’oro alla Carriera a Venezia nel 2008.

Il premio sarà assegnato dall’Associazione Green Cross Italia e dal Comune di Venezia al film in concorso, fra i 18 della Selezione ufficiale, che “meglio abbia interpretato i valori dell’ecologia e dello sviluppo sostenibile, con particolare attenzione alla conservazione del Pianeta e dei suoi ecosistemi per le generazioni future, agli stili di vita e alla cooperazione fra i popoli”.

Si è voluto far coincidere la prima edizione del Green Drop Award con i venti anni dalla prima conferenza mondiale sull’ambiente di Rio de Janeiro e con i quaranta anni dalla storica Conferenza sullo sviluppo umano di Stoccolma. «Abbiamo individuato la Mostra del Cinema di Venezia come naturale sede di un premio cinematografico dedicato all’ecologia – spiega Elio Pacilio, presidente di Green Cross Italia – in considerazione della preminente valenza ambientale della città stessa e del suo meraviglioso quanto fragile ecosistema».

Il Green Drop Award, soffiato da un maestro vetraio di Murano, rappresenta una goccia d’acqua al cui interno trova posto un campione di terra che ogni anno proverrà da Paesi diversi. 
Nel 2012 la terra giunge dal Brasile dove si è da poco svolta la nuova Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile Rio+20.
Il legame tra terra e acqua e il collegamento con un luogo sempre diverso del mondo vuole simboleggiare l'humus fertile nel quale le generazioni future potranno conciliare sviluppo ed ecologia.
La goccia inoltre simbolizza la forza di ogni piccola azione anche quella, potentissima, di un film.

GREEN CROSS E IL CINEMA

Green Cross International nasce per iniziativa del Presidente Mikhail Gorbaciov, premio Nobel per la pace, con l’obiettivo di affrontare i temi ambientali in una logica sovranazionale, legando lotta alla povertà, sicurezza e ambiente.
Green Cross International (GCI) viene istituita formalmente il 18 aprile 1993 a Kyoto, in Giappone.

Green Cross Italia viene costituita il 18 marzo 1998. Attualmente il network è presente in oltre 30 Paesi con l’obiettivo di assicurare un futuro equo, sostenibile e sicuro e lo sviluppo di una responsabilità condivisa nelle relazioni umane con la natura.

Per Green Cross il connubio cinema-ambiente non è nuovo. Ogni anno, a Los Angeles, in occasione della cerimonia della consegna dei premi Oscar, l’associazione (conosciuta negli Usa anche come Global Green, ma sempre con lo stesso simbolo della “croce verde”) organizza un evento di raccolta fondi, che gli americani ormai chiamano “cerimonia pre-Oscar”, dove grazie alla presenza dei divi del cinema e alla loro testimonianza sui media, può esercitare una forte azione di sensibilizzazione sui temi dell’ambiente e della solidarietà.

A questo link, il messaggio di Mikhail Gorbaciov, fondatore di Green Cross International. 

0 commenti:

Posta un commento