lunedì 19 febbraio 2018

RITORNA POSSIBILMENTE! Ci vediamo il 5 Marzo a Via Nizza, 72!



Il progetto “Possibilmente. Nuovi spazi possibili per la mente” intende coinvolgere 100 ragazzi dai 14 ai 35 anni.

L’obiettivo è quello di promuovere attività ed iniziative tese alla crescita culturale e sociale, all’evoluzione dell’individuo e allo sviluppo del senso di collettività e di condivisione; inoltre verrà prestata una particolare attenzione a favorire l’inclusione sociale e l’integrazione, contrastando l’emarginazione, la discriminazione e il bullismo, fenomeni che rischiano di essere presenti nelle periferie delle grandi città.

In particolare il progetto si propone di realizzare diverse attività - TUTTE GRATUITE - indirizzate a soggetti in condizioni di fragilità e in  condizione di disagio sociale, relative alle seguenti aree:

FORMAZIONE E CULTURA. Organizzeremo corsi di formazione, laboratori, seminari, incontri, dibattiti e altre attività finalizzate a promuovere la conoscenza e la cultura.
MOSTRE E LABORATORI ARTISTICI. Promuoveremo mostre informali ed esposizione di opere realizzate da giovani, in condizioni di disagio ed esclusione, negli ambiti della fotografia, della pittura, della scultura e dell’arte in generale.
CINEFORUM A PROGRAMMA VARIABILE. Attiveremo una rassegna cinematografica a tema variabile (scelto collegialmente di volta in volta), in cui ogni spettatore sarà anche, a turno, selezionatore del film, con il compito di presentarlo, raccontarne le tematiche e coinvolgere attivamente gli spettatori.
EDUCAZIONE “I GIOVANI PER I GIOVANI”. Progetteremo corsi di formazione e laboratori ideati e curati dagli stessi componenti della comunità giovanile, i quali si sperimenteranno nel ruolo di formatori “ai pari” e “alla pari”, condividendo con i compagni conoscenze, capacità e competenze. Tali esperienze formative sono di tipo non formale e informale e sono ispirate alla tecnica della Peer Education, caratterizzata da una forte inclusività e un confronto continuo fra i partecipanti.


INCONTRI FORMATIVI
Linguaggi musicali: la musica come strumento di coesione sociale;
Comunicazione social: come comunicare sul web in maniera “non ostile” (vedi manifesto della comunicazione non ostile) ;
Fotografia: scatti di socialità. Come raccontare la città che cambia dal punto di vista dei giovani partecipanti alla comunità giovanile.
Pittura e disegno a mano libera: l’arte come strumento sociale. Disegnare futuro.
Linguaggio teatrale: scrittura, lettura e interpretazione.
Artigianato e lavori manuali: piccole formazioni su riciclo, riuso e artigianato rivolte ai partecipanti alla comunità giovanile.
Lingue e tandem linguistici: scambio di competenze linguistiche per abbattere le frontiere, agire localmente e pensare globalmente.
Workshop multidiscilpinari
Laboratori di Cittadinanza attiva: partecipazione attiva e cittadinanza. Opportunità di nuova socialità.
Laboratori di autoproduzione: laboratori manuali per imparare a produrre, da soli e in gruppo, prodotti cosmetici, detersivi naturali e preparazioni gastronomiche.
Educazione alla sessualità e all’affettività;

POSSIBILMENTE SARA’ UN POLO DELL’INTERCULTURA E DELL'INCLUSIVITÀ’.  Incontreremo giovani migranti, rifugiati politici, vittime di tortura e richiedenti asilo, nonché i minori provenienti dai Centri di Permanenza Temporanei.
Promuoveremo atteggiamenti di inclusività e di integrazione, educando i giovani all’instaurazione di legami empatici con il “diverso”, lo straniero, l’emarginato, al fine di arginare fenomeni di discriminazione, bullismo e razzismo, attivando processi di incontro fra la comunità giovanile e le realtà dei migranti.

Attività specifiche
Tandem linguistici con giovani migranti, i rifugiati politici, le vittime di tortura e richiedenti asilo;
laboratori manuali e artistici multietnici;


INIZIATIVE PER LA PROMOZIONE DELL’INTEGRAZIONE SOCIALE E  DELL’AGGREGAZIONE GIOVANILE.  Lavoreremo affinché “Possibilmente” rappresenti sempre di più un contesto aggregativo coinvolgente, capace di allontanare i giovani dal rischio di emarginazione e deriva sociale, di stimolarne la partecipazione, l’iniziativa e il senso del gruppo. Oltre alle attività già presentate, che hanno certamente un effetto indiretto nel favorire l’integrazione sociale e l’aggregazione giovanile, si intendono organizzare con i giovani e per i giovani alcuni eventi, quali:

Grande Dono Permanente: baratto tra sconosciuti, che permette a ciascuno di donare e di ricevere libri, vestiti, cd, giochi, eccetera, con l’unico vincolo della facile trasportabilità, nell’ottica della condivisione. I destinatari del progetto saranno i creatori di un punto fisico di Grande Dono Permanente in sede.

Ludoteca: presenza in sede di giochi di società e di materiale di cancelleria a disposizione della comunità giovanile, per trascorrere il tempo divertendosi, in un luogo tranquillo e coinvolgente.

Postazioni internet con navigazione gratuita; wifi gratuito.
Apertura di bacheche informative pubbliche.
Supporto per la creazione del curriculum vitae e laboratori per sostenere al meglio colloqui di lavoro.
Biblioteca e bookcrossing (scambio di libri) che consentiranno di stimolare la passione per la lettura e favorire la predisposizione alla condivisione dei beni.


CHIEDIAMO DI PRE- ISCRIVERSI ALLA COMUNITA’ GIOVANILE PER POTER USUFRUIRE GRATUITAMENTE DELLA FORMAZIONE, DEGLI SPAZI APERTI, DEGLI INCONTRI IN PROGRAMMA
(sono a disposizione 100 posti)

Quali sono i criteri per la selezione dei 100 partecipanti?


Daremo priorità ai giovani tra i 14 e 35 anni segnalati dall’ Azienda Sanitaria Locale e segnalati da Istituti Scolastici della Regione Lazio
Sarà inoltre considerato per gli studenti universitari l’essere al primo anno a Roma e l’essere fuori sede.

Per tutti i ragazzi è previsto un colloquio motivazionale in presenza o via skype per confermare pre-iscrizione e per redigere un bilancio delle competenze e valutare la disponibilità alla partecipazione attiva all’interno della comunità.

A parità di valutazione verrà data precedenza a chi inviato prima la domanda di pre-iscrizione

PRE-ISCRIZIONE ONLINE 

ISCRIZIONE IN SEDE
su appuntamento

web


Responsabile del progetto
Roberta Miracapillo
348 7329393

Progetto realizzato con il cofinanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale – e della Regione Lazio, art. 82, L.R. 6/99 e ss.mm.ii.

0 commenti:

Posta un commento